Mese: agosto 2015

FIABE ANTICHE E SEMPRE NUOVE…

Cop.PrivilegioPericoloso

Chi di voi non ha mai letto “Cenerentola” o “Biancaneve”? Volere o dolere, da bambine ce le leggevano i genitori prima di dormire, oppure ci imponevano questi libricini come iniziazione alla lettura.

In quei libri, spesso, ci perdevamo, immaginando di diventare come Cenerentola da grandi, se avessimo fatto le “brave bambine”.

Poi siamo cresciute, le difficoltà dell’adolescenza ci hanno fatto comprendere che nella vita reale le fiabe non esistono, le favole servono solo a insegnarti a lavorare duro tutta la vita altrimenti non guadagnerai il pane per l’inverno, e con questa cruda verità quei libri sono finiti in uno scaffale della libreria dietro a “libri per grandi”, come Manzoni.

Solo che, avvicinandoci alla maturità, quel desiderio di sognare ancora come fossimo bambine, è tornato a perseguitarci. Così abbiamo cominciato a sognare d’incontrare l’uomo perfetto e di diventare delle vere e proprie principesse (se non realmente coronate, per lo meno principesse del cuore di qualcuno).

Ed è così che la lettura ci è venuta incontro. Abbiamo scoperto che talvolta accade di aprire un libro e di sentirsi protagoniste…

Sì, perché se leggi un libro che ti piace e la protagonista, donna qualunque come te, vive una vita da sogno, allora puoi farlo anche tu… perché accade anche qui come per l’età. Non importa quanti anni hai, se ti senti giovane anche quando sei anziana, gli altri ti considereranno più giovane e tu starai benissimo!

Ecco allora che la magia si compie… torni dal lavoro stanca, cucini, chiacchieri con il tuo fidanzato, marito o compagno, di qualunque cosa, poi vai a letto, ti immergi nella tua fiaba per adulta, che non sarà Manzoni ma qualcosa che tu avrai scelto per sognare, poi ti addormenti e quando ti svegli la vita sembra fantastica. Hai un marito meraviglioso, che anche se non ti regala un diamante che vale come un appartamento, ti sta donando talmente tanto amore da farti sentire una regina…

TROVATE INFO SU PRIVILEGIO PERICOLOSO, un romanzo che incanta e che lascia il segno, così come è stato definito dalle lettrici, E L’AUTRICE:

Annunci

LA LUCE DELLA SPERANZA

storia-damore-300x282

Cosa significa “diversità”?

Ogni giorno accendiamo la TV, ormai invasa da gente che urla, che reclama qualche diritto in nome di non si sa bene cosa e noi, spesso stanchi dopo una giornata passata al lavoro tra alti e bassi, cominciamo a prendercela con qualcuno. Qualcuno che non è come noi.

Perché prendersela con qualcuno è più semplice che cercare di capirlo.  Qualche volta, invece, come un miraggio vero, si trovano storie di immenso coraggio, dove l’amore sembra l’unica vera arma.

Sì, perché se dovessimo tutti farci la guerra continuamente, il mondo dove andrebbe a finire? Nel nulla più totale.

Quando eravamo bambini all’asilo ci insegnavano a fare pace con il bambino con cui stavamo litigando (o strappandoci i capelli) perché solo facendo “pace” avremmo trovato una soluzione.

Bene, io mi chiedo: dove sono finiti quei bambini? perché crescendo sembra più facile imbracciare un’arma piuttosto che stringersi una mano?

Se prima le cose per cui si litigava potevano essere una bambola o una scatola di pennarelli, ora le cose per cui si litiga, o peggio, si fanno guerre, sono le differenze culturali. Possibile che non ci sia il modo per abbattere queste barriere fantasma e darci tutti una mano? Io credo profondamente nel rispetto e nella convivenza. Perché spesso i pregiudizi sono figli dell’ignoranza e se non diamo modo a chi è diverso da noi di capire, facendo in modo che anche l’altro ci ascolti e ci comprenda, allora questo mondo stolto finirà con l’annientarsi da solo.

Ecco perché anche una favola, con un fondo di verità, può diventare strumento di comunicazione e di speranza.

Speranza che un domani parole come “pregiudizio”, “diversità” e “intolleranza” cessino di esistere su ogni vocabolario di ogni lingua!

Uscite, viaggiate, concedetevi tempo per scambiare due chiacchiere con il vostro vicino, di qualsiasi religione o razza esso sia, non restate nel buio!

TROVATE INFO SU PRIVILEGIO PERICOLOSO, un romanzo che incanta e che lascia il segno, così come è stato definito dalle lettrici, E L’AUTRICE:

UNA MAGIA CHE APRE UNA STRADA VERSO IL MERAVIGLIOSO IGNOTO

mani_al_tramonto

Il Signore ascolta le preghiere di coloro che chiedono di dimenticare l’odio. Ma è sordo a chi vuole sfuggire all’amore.

(Paulo coelho, Monte Cinque)

Quando finalmente schiocca la scintilla, e l’attrazione diventa riconoscibile, allora ogni cosa del nostro lui diventa stupenda. Ogni sorriso rischia di mandarci KO e perfino respirare la sua stessa aria diventa un privilegio.

Eppure sappiamo di chi ci stiamo inconsapevolmente innamorando? Sarà il principe azzurro perfetto oppure un uomo capace di farci provare le emozioni più controverse della nostra vita? Lo conosciamo davvero? E’ giusto quello che stiamo provando?

Non lo sapremo se non proviamo a vivere la storia. nessuno di noi sa come andrà una determinata storia, ma una cosa è certa. Se non ci proviamo, mai lo sapremo.

Anche se quello che c’è da chiedersi è: Se mi innamorassi del nemico, cosa farei? E se fosse quel nemico a innamorarsi di me?

TROVATE INFO SU PRIVILEGIO PERICOLOSO, un romanzo che incanta e che lascia il segno, così come è stato definito dalle lettrici, E L’AUTRICE:

UN TOCCO CHE LASCIA SENZA RESPIRO

https://www.youtube.com/watch?v=FL0bjwez8mg

stretta-di-mano-unrecognizable-dell-uomo-d-affari-isolata-15114407

Con questo link, che si apre su una delle canzoni più dolci di Cascada, apro l’articolo. Perché cosa si prova quando ci ritroviamo accanto una persona che ci piace talmente tanto che i nostri neuroni sembrano girare per le meningi come se fossero sull’autoscontro?

Sì, insomma, cosa succede e cosa si prova quando la presenza di quell’amico, collega, sconosciuto, riempie la stanza dove vi trovate quasi fino a sentirvi mancare per l’assenza dell’aria, completamente occupata dalla sua presenza devastantemente piacevole?

Figuriamoci, poi, se per sbaglio si avvicina a noi… Il cuore batte talmente forte che sembriamo sorde, tanto sentiamo solo i battiti risuonare come tamburi nelle orecchie, il fiato si auto-sospende, altrimenti sarebbe sopraffatto dalla sua essenza, che ci sembra paradisiaca, la nostra vista si offusca, perché il cervello comincia ad avere problemi neurobiologi e necessiterebbe di una TAC per controllare la sua salute, le gambe sembrano diventare talmente pesanti che nemmeno le più potenti creme anti-fatica potrebbero far nulla, e la voce… Ecco, la parte più difficile è questa.

Le parole sembrano perdere la strada dal cervello alla lingua e se lo fanno ci arrabbiamo perché potevano perdersi come le altre e sarebbe stato meglio!

Ma se il magnifico lui ci sfiora, allora lì i guai diventano seri… sì, perché i sensi, tutti quanti, perfino il sesto, si mescolano completamente e quello che ne esce è un INNAMORAMENTO A PRIMA VISTA…

Esattamente come dice la canzone… esattamente ciò che ha provato la super sempre sicura Samantha incontrando quel perfetto ragazzo che è Jaide… (altro…)

SHOOTING STAR… PERCHE’ LE STELLE APPARTENGONO ALLE FAVOLE…

stella cadente

Chi di noi non ha affidato alle stelle cadenti qualche desiderio? Ognuno di noi, almeno una volta, l’ha fatto. ne sono certa. perché ogni sogno è desiderio e ogni desiderio è figlio della magia e del mistero di quella meraviglia che è la nostra vita…

Le favole moderne non hanno più come colonna sonora le canzoni che intonavano Biancaneve e Cenerentola mentre spazzavano casa, ma sono musiche che amiamo, e che, spesso, ci fanno sognare più di film…

Guardate il video di Shooting Star di Owl City.

https://www.youtube.com/watch?v=K7KMRBoqQUg

Close your tired eyes, relaxing them.
Count from 1 to 10 and open them.
All these heavy thoughts will try to weigh you down, but not this time.

Way up in the air, you’re finally free, and you can stay up there, right next to me.
All this gravity will try to pull you down, but not this time.

When the sun goes down, and the lights burn out,
Then it’s time for you to shine.
Brighter than the shooting star, so shine no matter where you are.
Fill the darkest night, with a brilliant light,
’cause it’s time for you to shine.
Brighter than a shooting star, so shine no matter where you are, tonight.

Wooh, wooh, wooh.
Brighter than a shooting star,
Shine no matter where you are, tonight.

Gazing through my eyes, when the fire starts,
And fan the flame so hot, it melt our hearts.
All the pouring rain, will try to put it out, but not this time.

Let your colours burn, and brightly burst, into a million sparks, but all dispursed and illuminate a world,
That’ll try to bring you down,
But not this time.

When the sun goes down, and the lights burn out,
Then it’s time for you to shine.
Brighter than the shooting star, so shine no matter where you are.
Fill the darkest night, with a brilliant light,
’cause it’s time for you to shine.
Brighter than a shooting star, so shine no matter where you are, tonight.

Wooh, wooh, wooh.
Brighter than a shooting star,
Shine no matter where you are, tonight.

A thousand heartbeats beating time, and makes this dark planet come alive. So when the lights flicker out tonight, you gotta shine.

When the sun goes down, and the lights burn out,
Then it’s time for you to shine.
Brighter than the shooting star, so shine no matter where you are.
Fill the darkest night, with a brilliant light,
’cause it’s time for you to shine.
Brighter than a shooting star, so shine no matter where you are, tonight.

Wooh, wooh, wooh.
Brighter than a shooting star,
Shine no matter where you are, tonight.

Come poteva la nostra eroina non affidare alle stelle i suoi desideri? Non è proprio lei, in fondo, la ragazza che parla con una luminosa sfera notturna che chiama Esther?

Con questa canzone Samantha e Jaide si sono incontrati nel parco dell’Emma College e hanno vissuto un paio di momenti davvero indimenticabili… Quali? Basta scoprirlo…

TROVATE INFO SU PRIVILEGIO PERICOLOSO E L’AUTRICE:

La Favola Moderna tra Peccati, Redenzioni, Sfumature d’Amore e Sfumature d’Oscurità

principesse_disney_sw7d_kart_001_l

L’intolleranza nasce dall’ignoranza. Su questo non c’è alcun dubbio. In questi ultimi anni ci siamo ritrovati a leggere libri di “favole moderne” che ci catapultavano, spesso, in ambienti e situazioni a noi sconosciute. Ogni tanto ci soffermavamo a tentare di far lavorare la nostra fervida immaginazione per poterle riprodurre tramite immagini che la mente ci forniva (sì, perché per fortuna il nostro cervello funziona come un motore di ricerca), altre volte ci soffermavamo a pensare se avevamo fatto la scelta di lettura giusta.

Eppure, ci scommetto, tutti siamo arrivati alla fine di quei libri, “rapiti” anche da ciò che non conoscevamo e che spesso giudicavamo.

Allora la domanda del giorno è: cosa ci affascina dell’ignoto o dell’oscurità che si nasconde dietro cose che giudichiamo, talvolta persino negativamente?

Primo errore. Giudicare. Mai farlo senza prima conoscere a fondo quella determinata cosa.

Secondo errore. Lavorare solo e sempre di fantasia. La fantasia aiuta tutti, chi vuole “fuggire” dalla quotidianità rifugiandosi in una valle incantata, chi vuole “immaginare” un dipinto che poi diventerà un capolavoro su tela che tutti ammireranno,… ma ricordiamoci che per conoscere davvero qualcosa, dopo averlo immaginato, dobbiamo Scoprirlo.

Scoprire vuol dire rendersi conto che spesso non sapevamo alcune cose, ma ora ne siamo a conoscenza e in qualche modo, consapevolmente, possiamo divulgare quella cosa nella maniera corretta.

Ecco perché, secondo me, tutti restiamo affascinati, e quindi sempre più coinvolti, in queste “favole” in chiave attuale, dove il principe spesso è un uomo che incarna l’ideale moderno dell’uomo perfetto, che, con i suoi innumerevoli pregi, e i suoi affascinanti difetti, ci fa innamorare.

Scrivere un romanzo che è una favola del nuovo millennio ma che si avvicina a mondi che quasi tutti giudicano, non è facile. Eppure ne vale pena. Perché la soddisfazione più grande arriva quando una lettrice ti cerca disperatamente su Internet, ti trova e ti manda un messaggio d’affetto dove ti dice “ho scoperto un mondo nuovo, ne sono rimasta affascinata, anzi, folgorata”.

Ecco, allora, scrivere di diritti negati, ma anche di sogni, e poi di realtà contorte, che si fondono con le gioie più pure, può aiutare la fantasia ma anche la vera realtà.

“Quando la pagina del motore si apre, digito semplicemente “ragazze occidentali” ed emiri”. Perché io, una mezza idea di come condurre il gioco, l’ho. Devo solo conoscere l’avversario per poterlo abbattere.

I brividi mi percuotono non appena leggo quello che mi si è aperto. Scopro, infatti, che spesso questi ricchi e potenti uomini “comprano” donne occidentali con cui divertirsi, coprendole di soldi, gioielli, trattenendole in harem moderni e rispedendole a casa dopo un periodo che varia dall’anno all’anno e mezzo. E loro, queste donne giovani e spregiudicate, assetate di soldi, moltissimi, e potere, lo fanno.

Sì Jaide, io ti piaccio. Ma mi desidererai più di ogni altra cosa al mondo. E dovrai darmi un prezzo. O meglio, dovrai stimare il valore di ciò che avremo vissuto.”

da Privilegio Pericoloso

di Viviana A.K.S.

Santi Ed.

Tutti i diritti riservati

TROVATE INFO SU PRIVILEGIO PERICOLOSO E L’AUTRICE: