Pray for Paris… ma anche per tutte le città del mondo…

paris2prayforparisparis1

Oggi avrei voluto parlarvi della nostra amata trilogia, invece ho deciso per il silenzio, senza, comunque, dimenticare di spendere due parole per ciò che è avvenuto questa notte a Parigi.

Sono una donna, una madre, una moglie. Una settimana fa ero a un concerto in un teatro, ascoltavo estasiata l’orchestra e le voci corali dei bambini, le voci bianche.

Quando questa mattina ho ricevuto un tweet che mi raccontava cos’era successo a Parigi, un singhiozzo mi è salito in gola.

Perché i volti di quella gente sono anche i nostri volti. Lo smarrimento, la rabbia, la frustrazione, il senso d’impotenza, sono solo alcuni dei sentimenti che hanno provato loro e che potremmo provare noi domani. Eppure, dietro quei volti, atterriti dalla paura che un gruppo di fanatici ha deciso di imprimere sulle loro facce, in un luogo dove l’odio ha cercato di abbattere l’amore, le persone si sono alzate in piedi e hanno dimostrato la solidarietà.

Questo pomeriggio mi è stato spedito un messaggio forte, da un’amica, la quale sa che scrivo spesso, anche negli articoli, di diversità e speranza. Quel messaggio diceva. “Don’t let terror divide us. Christians, Jews, Muslims, Buddhists, Hindus, Atheists… we all should stand together against Terrorism…. Make love, not war”. Non lasciamoci dividere da credo religiosi. Dietro quei fanatici non c’è una guerra Santa, ma di potere. Dio, qualunque lingua parli, non incita mai all’odio.

Qualche istante dopo leggo un tweet e anche lì la mia mente si ferma a pensare. Ve lo allego senza commentarlo.

Scrivo spesso di quanto le diversità ci possano migliorare e possano essere fonte di crescita interiore e mai smetterò di dirlo. Mi piace pensare che il paese che lasceremo ai nostri nipoti sarà una terra di speranza e gioia, dove non conterà conoscere una lingua o appartenere a una determinata religione per sentirsi a casa, perché basterà stringersi una mano per comprendersi. In nome della pace. In nome della vita. Un inno alla gioia senza barriere nè confini.

A settimana prossima.

Un abbraccio carico di speranza seppur triste.

La vostra Viviana A.K.S.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...